New City Fresh - Impresa di pulizie a NapoliNew City Fresh - Impresa di pulizie a Napoli
covid

L’importanza di un’impresa di pulizie ai tempi del Covid: scegli i migliori

C’è voluta – purtroppo – un’emergenza sanitaria per riconoscere l’importanza del contributo di chi opera nel settore della pulizia e sanificazione industriale: di chi lavora in condizioni spesso difficili, ad orari anche improbabili ed in scenari scomodi.

Oggi più che mai si scopre – o meglio si riconosce – il contributo essenziale delle imprese di pulizie e sanificazione e l’importanza dei servizi che svolgono. I professionisti delle pulizie sono oggi la categoria più richiesta; non si può più fare a meno di quegli operatori che quotidianamente lavorano per garantire la salubrità degli ambienti in cui lavoriamo e viviamo.

Oggi si richiede di intensificare le frequenze, dilatare i tempi, utilizzare macchinari e sanificanti professionali, certificati, nei giusti dosaggi e mirati ad abbattere batteri, patogeni ed agenti contaminanti che, con le pulizie comuni non si riescono ad eliminare né a contenere la diffusione del virus SARS COV -2.

Alla luce della responsabilità che ricopre attualmente questo settore, è fondamentale affidarsi a professionisti del settore, ad imprese di pulizie certificate, all’esperienza, e non ai ciarlatani che – intuendo il potenziale business – si improvvisano con il rischio di fare più danno che utile.

Ci piace considerarla una sorta di “rivincita” degli operatori delle imprese di pulizia: una categoria di lavoratori spesso sottostimata ma che oggi si riscopre un partner più che mai importante per industrie e privati e che da lavoro a circa 450.000 dipendenti in Italia per circa 35.000 imprese . L’Italia nel settore del cleaning è il 4°paese al mondo mentre è il 2° in Europa dietro alla Germania.

Il coronavirus ha accentuato in maniera significativa l’attenzione nei confronti delle condizioni igienico-sanitarie degli ambienti, in particolare degli ambienti di lavoro, ed ai sintomi riconducibili alla Sick Building Syndrome o Sindrome dell’Edificio Malato.

Riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1983, la Sick Building Syndrome (SBS) o Sindrome dell’Edificio Malato è considerata la patologia associata alla permanenza in luoghi di lavoro e di residenza “malsani”.

Oggi il discorso può essere esteso ai sintomi della infezione provocata dal coronavirus SARS-CoV2. Si calcola che nella nostra società si trascorre circa il 90% del proprio tempo (il 30/40% di questo tempo lo si trascorre nei posti di lavoro) in luoghi chiusi – spesso sovraffollati – come uffici, scuole, centri commerciali, strutture sanitarie, residenze per anziani, negozi, sale conferenze, che possono essere contaminati dalla presenza eccessiva di agenti inquinanti aerodispersi a causa delle scarse condizioni igieniche dei sistemi di trattamento dell’aria e degli impianti non regolarmente sanificati.

Paradossalmente anche strutture ludico-ricreative come ristoranti, alberghi, palestre, discoteche, ludoteche, sale giochi, cinema, possono essere interessate a questo fenomeno.

Con Sick Building Syndrome si suole descrivere quella situazione in cui le persone lamentano, negli ambienti chiusi, in particolare quelli lavorativi, un generico stato di malessere , senza una ragione apparente. Queste problematiche rappresentano un costo significativo in termini di calo della produttività, sono una delle principali cause delle assenze sul lavoro (si stima siano la causa del 40% delle assenze dal lavoro) e sono fattore di ingenti perdite economiche per lo stato e per i cittadini.

Ne consegue quanto sia fondamentale garantire standard in grado di prevenire o arginare il problema.

Il D.Lgs 81/2008 – meglio conosciuto come Testo Unico sulla Sicurezza in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro – obbliga il datore di lavoro a preservare la salute dei propri dipendenti, intervenendo a correggere e modificare quei fattori che rendono il lavoro improduttivo e poco salubre.

 Gli Agenti Inquinanti Possono Essere:

  • di origine umana: produzione di anidride carbonica con la respirazione, animali domestici, fumo di sigaretta, cibi e bevande;
  • di origine interna: detergenti, profumi per ambiente, videoterminali, fotocopiatrici/stampanti, composti organici volatili, residui di combustione, fornelli a gas, stufe, camini, mobili, moquette, tappeti, termoconvettori, splits, amianto, polvere, antiparassitari, antitarme, sistemi idrici d’irrigazione, condizionamento, riscaldamento;
  • di origine esterna: aria, smog, polvere, radon.

    Come Si Può Intervenire Sul Microclima?

    • Pulizie accurate degli edifici con detergenti non tossici/nocivi meglio se affidate a professionisti del settore
    • Frequenti interventi di sanificazione
    • Controlli periodici dei sistemi di ventilazione ed aspirazione.
    • Garantire la corretta ventilazione, temperatura e tasso di umidità dell’aria
    • Evitare il sovraffollamento degli uffici (la produzione di anidride carbonica con la respirazione)
    • Evitare o mantenere puliti elementi che trattengono polvere
    • Non andare al lavoro se si è influenzati

Dunque è importante oggi più che mai ed in particolare in Campania che sta vivendo un momento difficile, avere soluzioni personalizzate e a prezzi accessibili per consentire a tutte le aziende di poter andare avanti adeguandosi ai protocolli per i propri dipendenti e per il contenimento del virus Covid-19. Siamo presenti sul mercato delle sanificazioni e pulizie con molte offerte attive; per avere una consulenza gratuita e conoscere eventuali costi e risultati per una pulizia o sanificazione, scrivi un e-mail a newcityfresh@libero.it o chiama al n. 0815786808 altrimenti invia un messaggio WhatsApp 3488917450, saremo lieti di rispodere alle Vs. esigenze.

Lavaggio divani, tappeti e materassi a domicilio

Il servizio di lavaggio divani e tappeti  in tessuto ha lo scopo di rimuovere macchie, acari, batteri e spore fungine che si annidano nelle fibre dei divani favoriti dal buio, dal calore e dall’umidità ideale. L’umidità creata dalla perdita di sudore permette agli allergeni di vivere e riprodursi indisturbati.

Il servizio di lavaggio materassi ha lo scopo di migliorare la qualità del sonno liberando il luogo dove si dorme da acari, parassiti e  batteri.

Gli acari della polvere, e in particolare i loro escrementi, sono causa scatenante di disturbi come occhi arrossati, palpebre gonfie, irritazioni ed eruzioni cutanee, secrezioni nasali e disturbi respiratori. In un materasso si possono trovare questi organismi.

Queste piccole creature, invisibili all’occhio umano, amano gli ambienti caldi, umidi e bui. Si nutrono di forfora, di capelli e peli e delle scaglie di pelle che giornalmente perdiamo, trovando quindi l’ambiente ideale per riprodursi in materassi, divani e tappeti.

E’ fondamentale per ognuno di noi far igienizzare e sanificare i propri materassi periodicamente , almeno una volta l’anno, in particolare chi convive con animali, bambini, anziani e persone predisposte o soggette a disturbi respiratori.

TRATTAMENTO

Per il lavaggio dei tappeti , divani e materassi utilizziamo il metodo ad iniezione ed estrazione, attraverso un macchinario che inietta detergente enzimatici che ridona splendore e sconfigge acari e/o batteri, e poi lo riestrae.

Siamo in grado di smacchiare e igienizzare con questo trattamento, tutti i divani in :

  • alcantara
  • cotone
  • nabuk
  • velluto
  • tessuti misti

La nostra società da oltre 20 anni sul mercato, vanta una larga esperienza in questo tipo di trattamenti, individuando il tipo di macchia , la sua natura e il giusto trattamento per rimuoverla, garantendo un risultato visibile a tutti.

Conserva il tuo divano o tappeto più a lungo, rivolgi agli esperti.

Per avere una consulenza gratuita e conoscere eventuali costi e risultati, scrivi un e-mail a newcityfresh@libero.it o chiama al n. 0815786808 altrimenti invia un messaggio WhatsApp 3488917450, saremo lieti di rispodere alle Vs. esigenze.

no covid

Le Blatte prendono …..il pulmann!!

Su tutti i quotidiani locali qualche giorno fa abbiamo purtroppo appreso la notizia che all’interno di un autobus dell’ ANM alcuni autisti hanno scoperto una colonia di blatte. Si tratta di una vettura attiva su un percorso urbano spesso affollata che copre una lunga tratta da Piazza Garibaldi fino a Fuorigrotta. La denuncia ai Carabinieri e all ‘ASl è stata presentata dal sindacato USB il quale segnala che questi mezzi vengono sanificati contro covid-19 quotidiniamente, come si evince dai documenti della ditta preposta. E allora cosa non ha funzionato ? Come si sanifica ? Come si deblattizza ?

Cosa è la sanificazione

La nota del Ministero della Salute ci permette di capire il significato del termine e la differenza con la pulizia. La pulizia, dunque, è un passaggio preliminare, che consente di rimuovere lo sporco “visibile” da vari tipi di superficie: per soddisfare le necessità presenti in questa fase, basterà usare un detergente. Se bisogna intervenire anche per eliminare i microrganismi potenzialmente nocivi, la pulizia dovrà essere seguita da un’azione di disinfezione (questa va sempre svolta dopo la normale pulizia) utilizzando non più dei detergenti, bensì dei prodotti disinfettanti/biocidi. La sanificazione, invece, prevede tutti i processi atti a garantire la salubrità di un ambiente: comprende quindi le fasi di pulizia e disinfezione, ma, come spiegato in precedenza, può includere anche la disinfestazione e la derattizzazione, se necessarie, e gli interventi legati al miglioramento del microclima.

Alla luce di quanto specificato non può esistere un processo di sanificazione ben svolto se si presentano blatte o altri animali infestanti che certamente non rendono salubre alcun ambiente. Per cui in un momento particolare come quello che viviamo, in cui siamo ancora in emergenza Covid-19, è opportuno avere alto il livello di attenzione alla pulizia (compresa la pulizia dei pozzetti e delle caditoie stradali ostruite da fango, mozziconi e fogliame) e alla manutenzione della rete fognaria, al fine di inibire il proliferare di insetti come le blatte Periplaneta Americana, vettori di molte infezioni e/o malattie.

A tal proposito l’Assessore all’ambiente del Comune di Napoli, Raffaele Del Giudice, ha chiarito che a causa dell’emergenza Coronavirus, ci sarà uno slittamento sul cronoprogramma concordato con le Municipalità , a proposito della deblattizzazione delle strade. Purtroppo gli effetti di questo ritardo non sono mancati perchè di recente sul giornale “Il Mattino” è stato pubblicato un articolo denuncia dei cittadini che hanno segnalato “Piazza Settembrini invasa dalle blatte……”, auspicandosi un celere intervento da parte dell’ASl. Anche la Napoli residenziale non è stata risparmiata da una prima invasione di blatte così come indicato sui social e sulle riviste digitali dai cittadini del quartiere Vomero. Il Comune quest’anno adotterà un trattamento, che la nostra società utilizza da anni, che prevede l’utilizzo di un macchinario termonebbiogeno che richiede l’apertura dei tombini per l’immissione di piretrine sintetiche, registrate presso il Ministero della Sanità come P.M.C., e sviluppa una fitta nebbia insetticida che si diffonde in tutta la rete fognaria.

Per le strade private si punta sul coinvolgimento dei residenti : aziende e condomini riceveranno una nota dal Comune di Napoli che inviterà loro a provvedere all’intervento di deblattizzazione  e a inviare successivamente un’autocertificazione agli uffici competenti. Gli assessori ad un recente tavolo, hanno anticipato la probabile emizzione di un’apposita ordinanza.

Proprio per questi motivi che la NEW CITY FRESH , esperta nel Pest Control, e sempre attenta agli adeguamenti normativi che si propone alla spettabile clientela, dalle aziende ai condomini, alle abitazioni private, con piani di intervento personalizzati e certificati, a prezzi contenuti ma con strumentazioni ad alto impatto come il TERMONEBBIOGENO.

Per avere una consulenza gratuita e conoscere eventuali dettagli e costi, scrivi un e-mail a newcityfresh@libero.it o chiama al n. 0815786808 altrimenti invia un messaggio WhatsApp 3488917450.

Sanificazione: verità e obblighi di legge

Come spiegato ampiamente nel precedente articolo, l’attività di sanificazione si distingue ampiamente da quella di pulizia ed ha potere di eliminare qualsiasi batterio ed agente contaminante mediante utilizzo di sostanze chimiche.

In letteratura diverse evidenze hanno dimostrato che i Coronavirus, inclusi i virus responsabili della SARS e della MERS, sono efficacemente inattivati da adeguate attività di sanificazione che includano l’utilizzo dei comuni disinfettanti quali ipoclorito di sodio (0,1% – 0,5%), etanolo (62% – 71%) per un tempo di contatto adeguato.

Non vi sono al momento motivi che facciano supporre una maggiore sopravvivenza ambientali ai disinfettanti sopramenzionati da parte del SARS 2- CoV. 

Per queste motivazioni che , in accordo con quanto suggerito dall’ OMS, il Governo e le imprese hanno firmato un protocollo per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori dal possibile contagio da nuovo coronavirus e garantire la salubrità dell’ambiente di lavoro. Questo protocollo non obbliga le aziende a fare sanificazioni in certi tempi e in certe scadenze , ma chiede loro di assicurare la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago.

L’azienda mette a disposizione idonei mezzi detergenti per le mani e raccomanda la frequente pulizia delle stesse con acqua e sapone.

In linea quindi con il protocollo del 14/03/2020, il Dpcm “Cura Italia”, all’art.64 stanzia un credito di imposta per le aziende  pari al 50% delle spese sostenute per sanificazione di ambienti di lavoro e strumenti di lavoro.

Questo conferma l’importanza dell’attività di sanificazione, quale misura preventiva di contenimento del contagio del VIRUS COVID-19., insieme a molte altre (quali dispositivi di protezione individuale, igienizzante mani, ecc).

Dunque abbiamo studiato offerte e pacchetti per sanificazioni e pulizie frequenti per rendere sempre salubri gli ambienti di lavoro di aziende, fabbriche, studi medici, cliniche , scuole , ecc.

Per avere una consulenza gratuita e conoscere eventuali dettagli e costi, scrivi un e-mail a newcityfresh@libero.it o chiama al n. 0815786808 altrimenti invia un messaggio WhatsApp 3488917450.

 

 

 

new city fresh

Sanificazione: requisiti e chiarimenti

 Cosa significa sanificare

La situazione di emergenza nazionale scatenata dalla diffusione del Coronavirus ha posto numerosi soggetti, sia pubblici che privati, nell’immediata necessità di intraprendere misure precauzionali urgenti per gli interventi di sanificazione degli ambienti.

Spesso la sanificazione viene confusa con la pulizia o con la disinfezione: le differenze tra questi tre termini possono essere invisibili, ma ci sono e si fondano non solo nell’etimologia delle parole ma anche nelle azioni che queste comportano nello svolgimento di quel preciso servizio.

Vediamo nel dettaglio come vengono definitive dalla norma e più precisamente nell’art. 1 del D.M. 274/1997:

  • attività di pulizia: quelle che riguardano il complesso di procedimenti ed operazioni atti a rimuovere polveri, materiale non desiderato o sporcizia da superfici, oggetti, ambienti confinati ed aree di pertinenza;
  • attività di disinfezione: quelle che riguardano il complesso dei procedimenti ed operazioni atti a rendere sani determinati ambienti confinati ed aree di pertinenza mediante la distruzione o inattivazione di microrganismi patogeni;
  • attività di sanificazione: quelle che riguardano il complesso di procedimenti ed operazioni atti a rendere sani determinati ambienti mediante l’attività di pulizia e/o disinfezione e/o di disinfestazione ovvero mediante il controllo ed il miglioramento delle condizioni del microclima per quanto riguarda la temperatura, l’umidità e la ventilazione ovvero per quanto riguarda l’illuminazione ed il rumore.

Quali aziende possono effettuare sanificazioni

Il servizio di sanificazione non può essere esercitato da tutte le imprese di pulizia ma solo da coloro che hanno il requisito tecnico richiesto dal decreto ministeriale, espressamente indicato in Camera di Commercio, o con un diploma di istruzione secondaria inerente l’attività, o con un diploma di laurea in materia tecnica utile allo svolgimento dell’attività . In assenza della precisa indicazione sul camerale è vietato.

Il 14 marzo , in ragione del propagare del virus Covid-19, sindacati e imprese hanno firmato un protocollo per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori dal possibile contagio da coronavirus e garantire la salubrità dell’ambiente di lavoro. Tra i vari argomenti è stata richiesta la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica  dei locali, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni da parte di aziende qualificate a farlo, mediante utilizzo di sanificanti a base di cloro o alcol superiore al 75% come da nota ministeriale del 25/02/2020.

Alla luce di quanto esposto  è importante non effettuare trattamenti fai da te e affidarsi a professionisti esperti e coscienziosi che hanno esperienza, soprattutto in un questo preciso momento storico. Ci proponiamo per effettuare sanificazioni aeree mediante nebulizzazione di soluzione acquosa mista a cloro, in condomini, aziende e strutture ricettive di ogni tipo.

Per avere una consulenza gratuita e conoscere eventuali dettagli e costi, scrivi un e-mail a newcityfresh@libero.it o chiama al n. 0815786808 altrimenti invia un messaggio WhatsApp 3488917450.

deblattizzazione

Le blatte stanno diventando invincibili: ecco cosa fare

Purtroppo quest’immagine è quella di numerosi tombini e caditoie di Napoli e provincia, coperti dal nastro isolante per evitare l’uscita delle blatte dalle fogne. Tale manomissine, segnalata anche dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, oltre a non risolvere il problema blatte,  aggrava il deflusso nelle fogne delle acque meteoriche, contribuendo a provocare gli allagamenti e i pantani che si sono verificati durante i temporali che si sono abbattuti su tutta la Regione Campania.

Ecco perchè le blatte potrebbero essere inarrestabili

Per molti di noi, uno dei peggiori incubi potrebbe presto diventare realtà: le blatte infatti, stanno diventando invincibili. O almeno lo saranno presto quelle della specie Blattella germanica. A suggerirlo sono stati ricercatori della Purdue University che sulle pagine della famosa rivista Scientific Reports, hanno dimostrato come questi insetti stiano diventando sempre più resistenti a qualsiasi tipo di insetticida che abbiamo oggi a disposizione, sia quelli che attaccano il sistema nervoso sia quelli che mirano all’esoscheletro.

Per testare la resistenza delle blatte, i ricercatori hanno somministrato per sei mesi a tre diverse popolazioni tre diversi insetticidi; abamectina, acido borico e thiamethoxam. In un trattamento il team ha utilizzato tutti e tre gli insetticidi, uno dopo l’altro, per tre mesi (quindi due cicli in sei mesi). In un altro trattamento, i ricercatori hanno usato una miscela di due insetticidi per tutti e sei mesi. E infine hanno somministrato, per lo stesso arco temporale, un trattamento di una sola sostanza chimica a cui la popolazione di blatte risultava avere una bassa resistenza .

Dai risultati è emerso che indipendentemente dalle diverse opzioni di trattamento, le dimensioni e il numero di blatte, non sono diminuite nel tempo. Ciò suggerisce che questi insetti stanno rapidamente diventando resistenze a tutti e tre i prodotti chimici testati. Visto che le blatte vivono solo per 100 giorni, precisano i ricercatori, la resistenza agli insetticidi può evolvere molto rapidamente, grazie al passaggio dei geni più resistenti da una generazione all’altra generazione. Ma non solo: i ricercatori hanno scoperto che sviluppando la resistenza a una classe di pesticidi, le blatte avevano anche una migliore possibilità di sopravvivere ad un altro insetticida.

Tuttavia, rimane ancora poco chiaro in che modo si stia sviluppando la resistenza e ai ricercatori serviranno ancora molte analisi (soprattutto genetiche) per poter giungere a una conclusione. E se studi futuri confermeranno questi risultati, questa resistenza potrebbe rendere impossibile trattare le infestazioni di blatte con i soli insetticidi chimici. Si dovrà ricorrere, per esempio, a quella che viene chiamata Intergrated Pest Management (Ipm), o “gestione integrata delle infestazioni”, ossia l’insieme di strategie che prevedono, oltre al trattamento chimico, anche l’utilizzo di trappole e interventi mirati di pulizia e persino l’aspirazione degli insetti.

Combinare diversi metodi, invece, sarà il modo più efficace per eliminare le blatte.

Alla luce di quanto esposto da studi scientifici è importante non effettuare trattamenti fai da te e affidarsi a professionisti esperti e coscienziosi che applicano la gestione integrata.

Per avere una consulenza gratuita e conoscere eventuali dettagli e risultati, scrivi un e-mail a newcityfresh@libero.it o chiama al n. 0815786808 altrimenti invia un messaggio WhatsApp 3488917450.

trattamento marmo

Lucidatura marmo Napoli: come lucidare il marmo a specchio

Cos’è il marmo

Il marmo  è una pietra calcarea disponibile in molti colori.

Utilizzato fin dall’antichità nella costruzione e decorazione degli edifici, è stato fin da subito apprezzato non solo per il pregio estetico ma anche per la resistenza. Questa pietra naturale nasce come roccia calcarea formata da calcite che nel sottosuolo subisce una serie di trasformazioni coinvolgenti la sua stessa struttura fisica e chimica.

L’intenso calore e la fortissima pressione a cui è sottoposta quando si trova in presenza di magma converte la morbida calcite in roccia di marmo grazie ad un processo di ricristallizzazione, cioè al riposizionamento dei cristalli di calcite il cui prodotto finale è il carbonato di calce, di cui alcune varietà di marmo possono contenerne fino al 95%.

Il marmo viene tagliato nella cave in lastre da macchine speciali e con particolari tecniche che si sono evolute fin dall’antichità. Grazie a successive lavorazioni assumono i formati commerciali e vengono lucidate a macchina. I moderni processi di estrazione e taglio della pietra hanno reso piuttosto conveniente il ricorso a questo materiale in edilizia, dove il marmo viene considerato il re tra le pietre da costruzione.

Dal punto di vista prettamente tecnico le proprietà più importanti della lastra di marmo sono la resistenza alla flessione e la resistenza agli urti, quest’ultima particolarmente rilevante se la lastra viene impiegata nelle pavimentazioni.

Marmo: pro e contro

Esteticamente il marmo è traslucido, poiché i cristalli di calcite sufficientemente grandi permettono alla luce di penetrare la superfice senza grande assorbimento creando l‘effetto “waxy” che conferisce profondità alla superfice.

Il marmo viene usato indifferentemente nelle pavimentazioni per interni e per esterni, tenendo conto di alcune caratteristiche specifiche dei diversi tipi di marmo.

pavimenti in marmo per interni rendono l’ambiente fresco e raffinato. In più, se in seguito alla corretta installazione, il marmo viene sigillato, spazzolato e lucidato professionalmente avrà bisogno di una sporadica manutenzione, tanto da poterlo definire eterno.

Di contro, gli ambienti rivestiti in marmo possono risultare un po’ troppo austeri e, soprattutto nei climi freddi, occorrerà spesso fare ricorso ai tappeti. Questi proteggono anche dall’usura a cui possono essere soggette la lucidatura e la levigatura.

Il marmo, inoltre, è aggredibile dalle sostanze acide e non è indicato laddove la superfice potrebbe venirne a contatto. È inoltre vulnerabile anche ai prodotti clorurati normalmente usati per le pulizie domestiche e la sua durezza lo rende incapace di assorbire gli urti.

Le stesse qualità meccaniche ed estetiche che rendono le pavimentazioni per interni in marmo tanto eleganti e durevoli valgono anche per gli esterni. Qui la resistenza della pietra agli agenti atmosferici è un vantaggio limitato nel caso di ambienti acidi, che intaccano lo strato lucido.

Resiste alle muffe, ma non alla persistenza dell’acqua. E se il marmo, nei climi molto caldi, mantiene una sensazione di freschezza grazie alla sua conduttività, è anche vero che la lucidatura lo rende particolarmente scivoloso, soprattutto se bagnato, e andrebbe evitato nelle zone ad alto traffico.

Tuttavia, esistono marmi che possono essere bocciardati a macchina in modo da irruvidirne la texture della superficie conferendole un aspetto sabbiato che rende la pietra meno scivolosa.

Il pavimento in marmo all’esterno, inoltre, potrebbe richiedere una maggiore manutenzione. Nella scelta dei pavimenti in marmo per esterni possono essere senz’altro privilegiate le colorazioni chiare, che sono quelle più resistenti alla luce.

Lucidatura dei pavimenti: come si svolge e a che prezzi

I vecchi sistemi di levigazione e lucidatura dei pavimenti in marmo erano molto lunghi e costosi; la nostra azienda dispone di un macchinario e di un kit molto innovativo che in tempi rapidi riesce a restituire al pavimento in marmo la sua lucidità originaria ed ad eliminare le macchie. I costi per questi trattamenti partono da €. 7,00 ca. al mq con risultati eccellenti.

Per avere una consulenza gratuita e conoscere eventuali dettagli e risultati, scrivi un e-mail a newcityfresh@libero.it o chiama al n. 0815786808 altrimenti invia un messaggio WhatsApp 3488917450.

Come organizzare le pulizie di un ufficio

La pulizia di un ufficio può sembrare un’operazione facile, però in pratica può essere davvero complicato se non si è specialisti del settore. Molte aziende preferiscono esternalizzare il servizio affidandolo ad imprese specializzate che si dedichino costantemente alla pulizia e che attraverso una pianificazione permettano che l’igiene e l’ordine durino più a lungo.

Conosciamo alcuni dettagli importanti.

Come eliminare la polvere

Eliminare la polvere è molto importante in quanto può provocare ai lavoratori allergie, trasmissione di microrganismi e il suo accumulo può danneggiare il funzionamento di alcuni macchinari. La polvere può essere rimossa attraverso aspirapolvere, piumini, panni e prodotti di qualità assicurandosi che non rimangano residui. Se i mobili sono di melamina si consiglia di pulirli con un panno imbevuto di detergente neutro. Se sono di legno massiccio si raccomanda di utilizzare spray di cera o silicone per mantenere la brillantezza e poterli così conservare più a lungo. Si consiglia non solo di pulire i telefoni ma anche di disinfettarli, in quanto essendo a contatto con le vie orali dei lavoratori, favorisce la possibilità di contagio.

Rimuovere la polvere da monitor e pc , prevede l’utilizzo di panni in microfibra lievemente imbevuti, dopo aver spento o disconnesso il dispositivo per evitare di danneggiarlo. Non bisogna mai versare il prodotto direttamente sul monitor ma su un panno. 

Anche le sedie  si sporcano con facilità perchè vengono usate per molte ore al giorno. Per pulire la sedia da ufficio senza rovinarla e senza danneggiare i rivestimenti è necessario spolverarla con un panno morbido. Nel caso vi siano macchie di inchiostro o più ostinate, bisogna agire diversamente dopo aver analizzato di che tipo di tessuto si tratta:

    • se non è lavabile bisogna usare uno smacchiatore specifico per tappezzerie e seguire le istruzioni del prodotto
    • se è un tessuto lavabile, si può utilizzare acqua e alcol e lasciare poi asciugare la sedia in un posto soleggiato.

Come pulire la moquette dell’ufficio

Quest’operazione deve essere svolta abbastanza frequentemente per evitare che lo sporco e la polvere si accumulino nella fibra del tessuto. Per la pulizia è necessaria una battitappeto, da passare esercitando una certa forza. Se ci sono macchie, invece, bisogna fare un vero e proprio trattamento con macchinario ad iniezione ed estrazione, che rivitalizza anche il colore del tessuto.

Pulire vetri di un ufficio

Una pulizia accurata dei vetri ufficio è indispensabile per completare le operazioni di pulizie d’ufficio. Innanzi tutto, è consigliabile non svolgere questa operazione mentre vi è la luce diretta per non avere un risultato pessimo a causa degli aloni. Per pulire i vetri ufficio e farli splendere basta usare un detergente specifico antiappannaggio e l’attrezzatura adatta, cioè un vello lavavetro e un tergivetro. I vetri splenderanno !!

Per le pulizie degli uffici e di tutti gli ambienti occorre utilizzare prodotti specifici e a norma che non alterano le superfici nè sono eccessivamente profumati da poter creare fastidi e/o allergie; inoltre il personale deve essere formato e specializzato a svolgere il miglior servizio nel minor tempo possibile, in modo da contenere notevolmente i costi.

Per avere una consulenza gratuita e conoscere eventuali costi e risultati, scrivi un e-mail a newcityfresh@libero.it o chiama al n. 0815786808 altrimenti invia un messaggio WhatsApp 3488917450.

pulizia tappeti

Lavaggio divani e tappeti a domicilio

In questo articolo desideriamo informarVi, attraverso la nostra esperienza di azienda specializzata nel settore, dei vantaggi e delle modalità di intervento per lavare tappeti e divani presso la vostra abitazione.

Lavaggio tappeti nazionale e persiani

Gli odori e la polvere tendono ad impregnare il tessuto nel corso del tempo ed offuscano lo splendore e la bellezza originale dei colori.

Affinchè il tempo possa avere una lunga vita è importante che sia ben manutenzionato: polvere, ghiaia e vari residui logorano il tappeto soprattutto a livello delle frange e dei bordi. Pertanto consigliamo in maniera quotidiana di passare il battitappeto e periodicamente di lavarlo permettendo al pelo di gonfiarsi nuovamente e alle fibre di riacquistare il vigore e la morbidezza originali.

Il lavaggio del tappeto quindi non ha solo scopo igienico e antiacaro, ma è anche utile ai fini della conservazione delle fibre naturali e dell’originaria morbidezza, elasticità e brillantezza.

In assenza di questa manutenzione le fibre diventano rigide e si sgretolano sopratutto se il tappeto è posto in ambienti o locali molto secchi. Inoltre esiste il rischio delle tarme che si nutrono di lana e si riproducono in ambienti piccoli e senza luce. A volte questi insetti famelici divorano la lana, così il tappeto sembra integro ma quando si passa l’aspirapolvere finisce per perdere lana.

Trattamento

Per il lavaggio dei tappeti utilizziamo il metodo ad iniezione ed estrazione, attraverso un macchinario che inietta detergente enzimatici che ridona splendore e sconfigge acari e/o batteri, e poi lo riestrae.

Lavaggio divani

Il lavaggio del divano è un intervento di particolare complessità che richiede una specifica competenza ed esperienza, al fine di rimuovere le macchie, e l’utilizzo di specifici macchinari e detergenti.

Il trattamento che utilizziamo è lo stesso dei tappeti, e siamo in grado di lavare tutti i divani in :

  • alcantara
  • cotone
  • nabuk
  • velluto
  • tessuti misti

Per avere una consulenza gratuita e conoscere eventuali costi e risultati, scrivi un e-mail a newcityfresh@libero.it o chiama al n. 0815786808 altrimenti invia un messaggio WhatsApp 3488917450.

Pulizia del condominio: portiere o ditta esterna?

All’interno di molti condomini è spesso presente una figura che svolge determinate mansioni legate alla pulizia, alla vigilanza e al controllo dello stabile; la persona che si occupa di tali incarichi è il portiere condominiale.

Il portiere è un dipendente del condominio , il suo compito più rilevante è quello della sorveglianza e la custodia dell’ingresso per cui, esso ,lavora. Il portiere condominiale viene nominato dall’amministratore di condominio dopo aver preso la decisione assieme agli altri condomini durante un’assemblea.
Il contratto di lavoro sottolinea le dipendenze e le sue prestazioni nei confronti del condominio ed è disciplinato dalle direttive previste dal contratto collettivo nazionale di categoria.

Gli incarichi del portiere sono diversi:

  • attenta sorveglianza dello stabile
  • distribuzione della corrispondenza ordinaria
  • sostituzione delle lampadine elettriche e piccole riparazioni per le quali non sia richiesta alcuna specializzazione
  • sorveglianza dell’ascensore e degli impianti di citofonia
  • pulire androne, zone comuni, scale ed eventuali aree esterne
  • su richiesta e indennizzato a parte, esazione delle quote condominiali.

Chi ricopre questo ruolo ha diritto: alle ferie (26 giorni); al riposo settimanale, solitamente la domenica; a permessi straordinari (80 0re lavorative); al preavviso di tre mesi qualora si decidesse di licenziarlo; alle ferie per malattia, maternità e congedo matrimoniale retribuito per 15 giorni.

Dunque in condomini con 2 o più scale si pone spesso il problema di esternalizzare il servizio di pulizia per evitare che venga trascuarato il compito principale del portiere cioè la sorveglianza del palazzo. Inoltre tutti i compiti di cui sopra, in condomini grandi, non possono essere svolti a regolare d’arte.

Da questo presupposto nasce l’esigenza di affidare ad una ditta la pulizia delle scale e delle parti comuni, al fine di non togliere il portiere dalla guardiola e di non doversi occupare di fornire i prodotti e le attrezzature necessarie per espletare il servizio.

Inoltre l’orientamento attuale è quello di affidare anche il portierato ad una società per non avere problemi di sostituzione per ferie, malattia e/o maternità e soprattutto per non avere i costi onerosi previdenziali e assistenziali, previsti dal CCNL di riferimento.

Considerando l’attuale esigenza, stiamo offrendo pacchetti personalizzati di pulizia e portierato a prezzi interessanti con 2 mesi di prova per far verificare ai condomini i vantaggi di avere un “portiere” “non portiere” cioè non alle proprie dipendenze.

Per avere una consulenza gratuita e conoscere eventuali costi e risultati, scrivi un e-mail a newcityfresh@libero.it o chiama al n. 0815786808 altrimenti invia un messaggio WhatsApp 3488917450.

1 2 3
 

Contattaci

Contatta i nostri operatori

Tel. 081.578.68.08

WhatsApp 348.89.17.450

New City Fresh

Via Beniamino Cesi, 13/C - 80128, Napoli

Sede legale: P.tta Arenella 6/C - 80128, Napoli

P. IVA 07337591213

Scrivici per maggiori informazioni

newcityfresh@libero.it
Visita il Nostro Blog!