New City Fresh - Impresa di pulizie a NapoliNew City Fresh - Impresa di pulizie a Napoli
covid

L’importanza di un’impresa di pulizie ai tempi del Covid: scegli i migliori

C’è voluta – purtroppo – un’emergenza sanitaria per riconoscere l’importanza del contributo di chi opera nel settore della pulizia e sanificazione industriale: di chi lavora in condizioni spesso difficili, ad orari anche improbabili ed in scenari scomodi.

Oggi più che mai si scopre – o meglio si riconosce – il contributo essenziale delle imprese di pulizie e sanificazione e l’importanza dei servizi che svolgono. I professionisti delle pulizie sono oggi la categoria più richiesta; non si può più fare a meno di quegli operatori che quotidianamente lavorano per garantire la salubrità degli ambienti in cui lavoriamo e viviamo.

Oggi si richiede di intensificare le frequenze, dilatare i tempi, utilizzare macchinari e sanificanti professionali, certificati, nei giusti dosaggi e mirati ad abbattere batteri, patogeni ed agenti contaminanti che, con le pulizie comuni non si riescono ad eliminare né a contenere la diffusione del virus SARS COV -2.

Alla luce della responsabilità che ricopre attualmente questo settore, è fondamentale affidarsi a professionisti del settore, ad imprese di pulizie certificate, all’esperienza, e non ai ciarlatani che – intuendo il potenziale business – si improvvisano con il rischio di fare più danno che utile.

Ci piace considerarla una sorta di “rivincita” degli operatori delle imprese di pulizia: una categoria di lavoratori spesso sottostimata ma che oggi si riscopre un partner più che mai importante per industrie e privati e che da lavoro a circa 450.000 dipendenti in Italia per circa 35.000 imprese . L’Italia nel settore del cleaning è il 4°paese al mondo mentre è il 2° in Europa dietro alla Germania.

Il coronavirus ha accentuato in maniera significativa l’attenzione nei confronti delle condizioni igienico-sanitarie degli ambienti, in particolare degli ambienti di lavoro, ed ai sintomi riconducibili alla Sick Building Syndrome o Sindrome dell’Edificio Malato.

Riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1983, la Sick Building Syndrome (SBS) o Sindrome dell’Edificio Malato è considerata la patologia associata alla permanenza in luoghi di lavoro e di residenza “malsani”.

Oggi il discorso può essere esteso ai sintomi della infezione provocata dal coronavirus SARS-CoV2. Si calcola che nella nostra società si trascorre circa il 90% del proprio tempo (il 30/40% di questo tempo lo si trascorre nei posti di lavoro) in luoghi chiusi – spesso sovraffollati – come uffici, scuole, centri commerciali, strutture sanitarie, residenze per anziani, negozi, sale conferenze, che possono essere contaminati dalla presenza eccessiva di agenti inquinanti aerodispersi a causa delle scarse condizioni igieniche dei sistemi di trattamento dell’aria e degli impianti non regolarmente sanificati.

Paradossalmente anche strutture ludico-ricreative come ristoranti, alberghi, palestre, discoteche, ludoteche, sale giochi, cinema, possono essere interessate a questo fenomeno.

Con Sick Building Syndrome si suole descrivere quella situazione in cui le persone lamentano, negli ambienti chiusi, in particolare quelli lavorativi, un generico stato di malessere , senza una ragione apparente. Queste problematiche rappresentano un costo significativo in termini di calo della produttività, sono una delle principali cause delle assenze sul lavoro (si stima siano la causa del 40% delle assenze dal lavoro) e sono fattore di ingenti perdite economiche per lo stato e per i cittadini.

Ne consegue quanto sia fondamentale garantire standard in grado di prevenire o arginare il problema.

Il D.Lgs 81/2008 – meglio conosciuto come Testo Unico sulla Sicurezza in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro – obbliga il datore di lavoro a preservare la salute dei propri dipendenti, intervenendo a correggere e modificare quei fattori che rendono il lavoro improduttivo e poco salubre.

 Gli Agenti Inquinanti Possono Essere:

  • di origine umana: produzione di anidride carbonica con la respirazione, animali domestici, fumo di sigaretta, cibi e bevande;
  • di origine interna: detergenti, profumi per ambiente, videoterminali, fotocopiatrici/stampanti, composti organici volatili, residui di combustione, fornelli a gas, stufe, camini, mobili, moquette, tappeti, termoconvettori, splits, amianto, polvere, antiparassitari, antitarme, sistemi idrici d’irrigazione, condizionamento, riscaldamento;
  • di origine esterna: aria, smog, polvere, radon.

    Come Si Può Intervenire Sul Microclima?

    • Pulizie accurate degli edifici con detergenti non tossici/nocivi meglio se affidate a professionisti del settore
    • Frequenti interventi di sanificazione
    • Controlli periodici dei sistemi di ventilazione ed aspirazione.
    • Garantire la corretta ventilazione, temperatura e tasso di umidità dell’aria
    • Evitare il sovraffollamento degli uffici (la produzione di anidride carbonica con la respirazione)
    • Evitare o mantenere puliti elementi che trattengono polvere
    • Non andare al lavoro se si è influenzati

Dunque è importante oggi più che mai ed in particolare in Campania che sta vivendo un momento difficile, avere soluzioni personalizzate e a prezzi accessibili per consentire a tutte le aziende di poter andare avanti adeguandosi ai protocolli per i propri dipendenti e per il contenimento del virus Covid-19. Siamo presenti sul mercato delle sanificazioni e pulizie con molte offerte attive; per avere una consulenza gratuita e conoscere eventuali costi e risultati per una pulizia o sanificazione, scrivi un e-mail a newcityfresh@libero.it o chiama al n. 0815786808 altrimenti invia un messaggio WhatsApp 3488917450, saremo lieti di rispodere alle Vs. esigenze.

Lavaggio divani, tappeti e materassi a domicilio

Il servizio di lavaggio divani e tappeti  in tessuto ha lo scopo di rimuovere macchie, acari, batteri e spore fungine che si annidano nelle fibre dei divani favoriti dal buio, dal calore e dall’umidità ideale. L’umidità creata dalla perdita di sudore permette agli allergeni di vivere e riprodursi indisturbati.

Il servizio di lavaggio materassi ha lo scopo di migliorare la qualità del sonno liberando il luogo dove si dorme da acari, parassiti e  batteri.

Gli acari della polvere, e in particolare i loro escrementi, sono causa scatenante di disturbi come occhi arrossati, palpebre gonfie, irritazioni ed eruzioni cutanee, secrezioni nasali e disturbi respiratori. In un materasso si possono trovare questi organismi.

Queste piccole creature, invisibili all’occhio umano, amano gli ambienti caldi, umidi e bui. Si nutrono di forfora, di capelli e peli e delle scaglie di pelle che giornalmente perdiamo, trovando quindi l’ambiente ideale per riprodursi in materassi, divani e tappeti.

E’ fondamentale per ognuno di noi far igienizzare e sanificare i propri materassi periodicamente , almeno una volta l’anno, in particolare chi convive con animali, bambini, anziani e persone predisposte o soggette a disturbi respiratori.

TRATTAMENTO

Per il lavaggio dei tappeti , divani e materassi utilizziamo il metodo ad iniezione ed estrazione, attraverso un macchinario che inietta detergente enzimatici che ridona splendore e sconfigge acari e/o batteri, e poi lo riestrae.

Siamo in grado di smacchiare e igienizzare con questo trattamento, tutti i divani in :

  • alcantara
  • cotone
  • nabuk
  • velluto
  • tessuti misti

La nostra società da oltre 20 anni sul mercato, vanta una larga esperienza in questo tipo di trattamenti, individuando il tipo di macchia , la sua natura e il giusto trattamento per rimuoverla, garantendo un risultato visibile a tutti.

Conserva il tuo divano o tappeto più a lungo, rivolgi agli esperti.

Per avere una consulenza gratuita e conoscere eventuali costi e risultati, scrivi un e-mail a newcityfresh@libero.it o chiama al n. 0815786808 altrimenti invia un messaggio WhatsApp 3488917450, saremo lieti di rispodere alle Vs. esigenze.

Pulizia del condominio: portiere o ditta esterna?

All’interno di molti condomini è spesso presente una figura che svolge determinate mansioni legate alla pulizia, alla vigilanza e al controllo dello stabile; la persona che si occupa di tali incarichi è il portiere condominiale.

Il portiere è un dipendente del condominio , il suo compito più rilevante è quello della sorveglianza e la custodia dell’ingresso per cui, esso ,lavora. Il portiere condominiale viene nominato dall’amministratore di condominio dopo aver preso la decisione assieme agli altri condomini durante un’assemblea.
Il contratto di lavoro sottolinea le dipendenze e le sue prestazioni nei confronti del condominio ed è disciplinato dalle direttive previste dal contratto collettivo nazionale di categoria.

Gli incarichi del portiere sono diversi:

  • attenta sorveglianza dello stabile
  • distribuzione della corrispondenza ordinaria
  • sostituzione delle lampadine elettriche e piccole riparazioni per le quali non sia richiesta alcuna specializzazione
  • sorveglianza dell’ascensore e degli impianti di citofonia
  • pulire androne, zone comuni, scale ed eventuali aree esterne
  • su richiesta e indennizzato a parte, esazione delle quote condominiali.

Chi ricopre questo ruolo ha diritto: alle ferie (26 giorni); al riposo settimanale, solitamente la domenica; a permessi straordinari (80 0re lavorative); al preavviso di tre mesi qualora si decidesse di licenziarlo; alle ferie per malattia, maternità e congedo matrimoniale retribuito per 15 giorni.

Dunque in condomini con 2 o più scale si pone spesso il problema di esternalizzare il servizio di pulizia per evitare che venga trascuarato il compito principale del portiere cioè la sorveglianza del palazzo. Inoltre tutti i compiti di cui sopra, in condomini grandi, non possono essere svolti a regolare d’arte.

Da questo presupposto nasce l’esigenza di affidare ad una ditta la pulizia delle scale e delle parti comuni, al fine di non togliere il portiere dalla guardiola e di non doversi occupare di fornire i prodotti e le attrezzature necessarie per espletare il servizio.

Inoltre l’orientamento attuale è quello di affidare anche il portierato ad una società per non avere problemi di sostituzione per ferie, malattia e/o maternità e soprattutto per non avere i costi onerosi previdenziali e assistenziali, previsti dal CCNL di riferimento.

Considerando l’attuale esigenza, stiamo offrendo pacchetti personalizzati di pulizia e portierato a prezzi interessanti con 2 mesi di prova per far verificare ai condomini i vantaggi di avere un “portiere” “non portiere” cioè non alle proprie dipendenze.

Per avere una consulenza gratuita e conoscere eventuali costi e risultati, scrivi un e-mail a newcityfresh@libero.it o chiama al n. 0815786808 altrimenti invia un messaggio WhatsApp 3488917450.

scale condominio

Pulizia scale condominiali dopo ristrutturazione privata

Spesso nei palazzi i condomini eseguono lavori di ristrutturazione presso le proprie abitazioni demolendo pareti, rifacendo impianti, sostituendo tubature, ecc. Ciò comporta un via vai di operai che con le scarpe sporche trasportano residui cementizi nell’ascensore, sui pianerottoli e nell’androne. Talvolta si chiede quindi all’amministratore o in assemblea, di commissionare alla ditta di pulizie un intervento extra della scala per ripristinare lo stato dei luoghi.

La pulizia delle scale extra è a carico di chi sporca?

A questo proposito la giurisprudenza si espressa, riconoscendo solo due condizioni in cui l’assemblea può porre a carico di uno dei condomini, il risarcimento del danno:

  • che la responsabilità del condomino sia innegabile , cioè ammissione di colpa
  • che l’ammontare del risarcimento sia certo e non da quantificare

In mancanza di uno di questi due presupposti, l’assemblea non può disattendere l’ordinario criterio di ripartizione nè disapplicare le tabelle millesimali. La regola è quindi che le spese vanno, almeno in prima battuta e in attesa di sentenza del giudice che accerti responsabilità ed entità del danno, divise tra tutti i condomini secondo i rispettivi millesimi. L’addebito a carico del responsabile, con richiesta di risarcimento, potrà avvenire successivamente quando questi avrà ammesso la propria colpa e accettato l’entità del risarcimento oppure sia intervenuta una sentenza di condanna da parte del giudice.

Ai condomini non è consentito farsi giustizia da sè, nè obbligare il singolo condominio a pulire con le proprie mani, perchè violerebbe i diritti umani di ogni persona.

Cosa comprende una pulizia extra post ristrutturazione?

La pulizia straordinaria richiesta in seguito a lavori privati, varia a secondo del grado di sporco e dalla necessità o meno di utilizzare macchinari (esempio monospazzola per lucidare pavimenti dell’androne). Comunque il più delle volte comprende spolveratura accurata di corrimano, lavaggio e disinfezione della cabina ascensore, rimozione di cartoni e materiale di risulta, ramazzatura e lavaggio di tutta la scala con i relativi pianerottoli con prodotti disinfettanti, biodegradabili al 90% a profumazione contenuta.

Il costo ovviamente varia a seconda della grandezza del condominio (dal n. di piani, di ascensori, ecc.) parte da €. 100,00 (dicoeurocento/00) oltre Iva.

Per avere una consulenza gratuita e conoscere eventuali costi e risultati, scrivi un e-mail a newcityfresh@libero.it o chiama al n. 0815786808 altrimenti invia un messaggio WhatsApp 3488917450.

 

Contattaci

Contatta i nostri operatori

Tel. 081.578.68.08

WhatsApp 348.89.17.450

New City Fresh

Via Beniamino Cesi, 13/C - 80128, Napoli

Sede legale: P.tta Arenella 6/C - 80128, Napoli

P. IVA 07337591213

Scrivici per maggiori informazioni

newcityfresh@libero.it
Visita il Nostro Blog!